test today

Accolto il ricorso di due ragazze adottate che lamentavano il destabilizzante «trattamento illecito dei loro dati personali» operato dal padre biologico sulla propria bacheca di Fb dalla quale chiedeva agli utenti di aiutarlo a trovare le figlie